back to » Gole Alcantara

Gole Alcantara

Gole dell'Alcantara per Villa Almoezia Gole dell'Alcantara per Villa Almoezia frankmanga per Villa Almoezia
Mercoledì, 14 Gennaio 2015 12:36
(0 Voti)
Scritto da  Sebastiano
Stampa

 Anfratti e gole vulcaniche trafitte dal fiume 'Alcantara' !
 
In epoca antichissima dal cratere del monte Mojo (circa 20Km dall'asse centrale dell'Etna) si riversò un' immensa colata basaltica che raggiunse il mare formando Capo Schisò a Giardini Naxos. In una frattura di questo versamento, scorre il fiume Alcantara; esso  si insinua in una piccola insenatura che profonda una ventina di metri porta l'acqua a  spumeggiare tra le rocce basaltiche che durante il processo di raffreddamento hanno assunto un aspetto colonnare-prismatico e geometrico; il suo aspetto è preistorico e selvaggio, ma anche surreale e suggestivo.
 
Purtroppo il paesaggio, all'uscita delle meravigliose gole, è stato oltraggiato da un ampolloso torrione in muratura e cemento che ospita un ascensore, tra la fauna abbiamo la girana di passa e il colubro leopardino, un rettile bellissimo.
 
Gli itinerari di Sebastiano
Da Villa Almoezia o da Taormina consiglio, se si hanno circa 2 ore a disposizione: prendete la statale 114 fino a Giardini Naxos, seguite le indicazioni per Francavilla statale 185 e poi per sella Mandrazzi fino a risalire la valle dell' Alcantara, superato il paese di Gaggi, la frazione di Finaita ed il torrente S. Cataldo giungerete alle Gole dell'Alcantara, ricordate di parcheggiare sulla statale 185 e di entrare dall'ingresso pubblico gratuito che è il secondo. Per raggiungere le gole dall'ingresso principale avete la possibilità di passeggiare a piedi una ventina di metri oppure di prendere il pesante ascensore che dietro pagamento del pedaggio, vi porterà senza alcuna fatica a destinazione. Munitevi di alti stivali e risalite le gole per circa 150 metri, se la profondità dell'acqua ve lo consente (dipende dalle stagioni) e scoprirete come le rocce sono state modellate e addolcite dall'acqua e dal tempo fino a creare un maestoso scrigno di pietra per tutta la natura sottostante.
share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 522 volte

commenti

showing 1 commento

Lascia un commento